La strategia

Home / Torino Smart City / La strategia

Candidandosi a divenire una Smart City, oltre a voler così definire adeguate misure di stimolo e sostegno nel quadro della Strategia Europa 2020 e del prossimo periodo finanziario 2014-2020, la Città ha inteso sviluppare processi e percorsi volti a rispondere con creatività ai principali problemi territoriali nei seguenti ambiti: energia, ambiente, mobilità, accessibilità, inclusione e coesione sociale, stili di vita.

A questo scopo la Città ha partecipato a bandi europei e nazionali, utili ad avviare progetti di ricerca, di sviluppo tecnologico ed innovazione legati ai temi della “città intelligente”.

A livello europeo, la Città ha aderito in qualità di partner a diverse progettualità candidate nell’ambito dei programmi comunitari CIP (Competitiveness and Innovation Program), VII Programma Quadro, Interreg e Urbact II, inerenti tematiche strategiche per la Smart City quali la mobilità, l’energia, l’ambiente, il cleantech, gli appalti di innovazione, l’innovazione sociale.

A livello nazionale, la Città ha dato prova di grande capacità di attrazione di investimenti dando il suo endorsement a ben 18 progetti di ricerca che hanno risposto al bando MIUR  2012 Smart Cities and Communities and Social Innovation.

Il risultato è stato di livello: 12 progetti in short list e 6  finanziati nell’ambito “Smart Cities and Communities

A questi progetti se ne aggiungono altri 11 nell’ambito “Social Innovation”, proposti da giovani accompagnati nella presentazione delle loro idee al MIUR da Torino Social Innovation, programma della Città di Torino per sostenere la nascita di imprese di giovani, capaci di rispondere a bisogni sociali emergenti e trasformare idee innovative in servizi, prodotti, soluzioni creando valore economico e sociale per il territorio e la comunità.

La Città di Torino ha anche aderito all’iniziativa lanciata da ANCI di creare un Osservatorio sulle Smart Cities con l’obiettivo generale di promuovere l’evoluzione dei Comuni italiani verso un modello di città più sostenibile e intelligente, attivando una collaborazione più stretta con i Comuni di Genova e Milano, al fine di attivare un processo condiviso di trasformazione verso la Smart City nell’area del Nord-Ovest.

Per affrontare al meglio la sfida della Smart City e per cogliere le opportunità proposte dall’Unione Europea, la Città ha ridefinito anche la struttura amministrativa con la costituzione della Fondazione Torino Smart City per lo Sviluppo Sostenibile, un modello organizzativo flessibile in cui sono direttamente coinvolti alcuni tra i principali attori del nostro tessuto culturale, tecnico ed economico.

Per gestire al meglio il percorso verso la “città intelligente”, la Città di Torino e la Fondazione Torino Smart City hanno avviato a febbraio 2013 un processo di programmazione strategica durato più di sei mesi che ha portato, grazie alla collaborazione tecnica di Torino Wireless, all’elaborazione del Master Plan denominato SMILE  (dall’acronimo di Smart Mobility, Inclusion, Life&Health, Energy).

Il Masterplan – in sintonia con la nuova programmazione di Horizon 2020 che premierà maggiormente i territori che hanno una strategia integrata di sviluppo sostenibile – ha proseguito, arricchendolo, approfondendolo ed espandendolo, il lavoro della progettazione di Torino Smart City.